Asilo-scuola e Istituto medico-pedagogico

Maria Montessori in un orfanotrofio di Roma

Maria Montessori in un orfanotrofio di Roma, 1907

Maria Montessori individua alcune priorità:
1) un dispositivo integrato medico-pedagogico: collaborazione stretta tra il medico, il pedagogista e l’insegnante specializzato;
2) una formazione specializzata degli insegnanti per gli alunni disabili dell’Istituto medico-pedagogico;
3) una scuola di ortofonia e di canto che miri all'educazione dei sensi e dei movimenti, alla ginnastica ritmata;
4) lo sviluppo delle autonomie di base, attraverso la cura di sé e del proprio ambiente di vita;
5) un'educazione su misura;
6) percorsi personalizzati: ogni caso è un caso a sé;
7) l'osservazione del saper fare del bambino;
8) l’importanza dell’attività di gruppo per educare alla socialità e imparare a riconoscere regole e ruoli;
9) la valorizzazione dell’'anima’ di ogni educando tramite un percorso graduato, basato sul non sopravvalutare e sul non sottovalutare, rafforzando l’autostima e la fiducia in se stessi.